Concorso Ordinario Docenti Infanzia e primaria

Il Ministero dell’Istruzione ha dato il via all’iter per l’avvio del Concorso ordinario Scuola Infanzia e Primaria 2019, presentando la prima bozza del decreto.

Simonetta Viola

Il Ministero dell’Istruzione ha dato il via all’iter per l’avvio del Concorso ordinario Scuola Infanzia e Primaria 2019, presentando la prima bozza del decreto. Il concorso docenti 2019  servirà per il reclutamento di insegnanti da inserire nella scuola dell’Infanzia e Primaria, stando a quanto scritto nella bozza del decreto le selezioni dei docenti si effettueranno su base regionale

Il bando di concorso metterà a disposizione circa 10.813 posti

 

Prove concorsuali

 

la procedura concorsuale prevederà l’espletamento di 3 prove, preselettiva nel caso in cui i candidati superino il numero tre volte i posti previsti e le prove saranno così articolate:

  • prova preselettiva, da effettuare tramite pc volta all’accertamento delle capacità logiche, di comprensione del testo, di conoscenza della normativa scolastica, nonché di conoscenza della lingua inglese di livello almeno B2. Coloro i quali avranno superato le preselettive parteciperanno alla prova scritta.
  • prova scritta, consistente nella somministrazione di 2 quesiti a risposta aperta, diversi per i posti comuni e di sostegno, e di 8 domande comuni a risposta chiusa, queste ultime volte alla verifica della conoscenza della lingua inglese. La durata è di 180 minuti;
  • prova orale, della durata di 30 minuti, che sarà diversa per i posti comuni e per quelli di sostegno.

E’ previsto l’accertamento del livello di conoscenza della lingua inglese sia nella prova scritta che in quella orale.

La bozza del decreto adesso verrà trasmessa al CSPI per esprimere il parere obbligatorio ma non vincolante previsto dalla legge. I concorsi avranno cadenza biennale nelle regioni e per i ruoli i quali sia prevista un’effettiva necessità di personale.

Titoli di accesso

I titoli di accesso per partecipare al concorso sono i seguenti:

– Titolo di abilitazione conseguito tramite i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;

– Diploma magistrale con valore di abilitazione  e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti in ogni caso entro l’anno scolastico 2001\2002.

– Mentre per i docenti che si candidano per il sostegno sarà necessario possedere la specializzazione idonea.

Tematiche da approfondire:

 

–    Per i posti comuni,  tematiche disciplinari, culturali e professionali, volti all’accertamento delle consocenze e competenze didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto dell’insegnamento nella scuola primaria e ai campi di esperienza nella scuola dell’infanzia;

–    Per i posti di sostegno, due quesiti aperti inerenti alle metodologie didattiche da applicarsi alle diverse tipologie di disabilità, finalizzate a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastiche degli alunni con disabilità:

 –   E per chi volesse partecipare ad entrambe le procedure, quindi per i posti comuni e di sostegno, un quesito articolato in 8 domande a risposta chiusa volte alla verifica della comprensione di un testo in lingua inglese almeno al livello B2 del QCER per le lingue.

 

Prova orale

 

La prova orale, della durata di 30 minuti, consisterà nella progettazione di un’attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche, metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle TIC.

 

Valutazione e punteggio

 

Ogni prova avrà un punteggio: nello specifico, su un totale di 100 punti, 40 deriveranno dalla prova scritta, 40 dalla prova orale e 20 dalla valutazione dei titoli. Sia la prova scritta che quella orale si considereranno superate con un punteggio minimo di 28 su 40. Il risultato dell’eventuale preselettiva non farà in alcun modo cumulo con le prove ai fini della valutazione finale.

 

Graduatorie

 

Alla fine delle prove concorsuali i candidati verranno inseriti in una graduatoria di merito e saranno distinti per ciascuna procedura.

 

Anno di formazione e prova

 

I docenti che risulteranno idonei nella graduatoria di riferimento verranno immessi in ruolo e sottoposti al tradizionale anno di formazione e prova.

Copyright

Copyright @ AZ Formazione S.R.L. – P. IVA: 06612770823 – Tutti i diritti riservati

Seguici sui social

AZ Formazione S.R.L.

Sede Legale: Piazza Cavour 19, Catania

Mail: [email protected]

Telefono: 0952887794

Back To Top